Bagatelle sul teatro tradotto
NAGIOS: RODERIC FUNCIONANDO

Bagatelle sul teatro tradotto

DSpace Repository

Bagatelle sul teatro tradotto

Show simple item record

dc.contributor.author Puppa, Paolo es
dc.date.accessioned 2017-09-25T17:59:46Z
dc.date.available 2017-09-25T17:59:46Z
dc.date.issued 2017 es
dc.identifier.uri http://hdl.handle.net/10550/61066
dc.description.abstract In Italia non c?è accordo, sintonia, nel rapporto tra sala e scena, tra la lingua parlata fuori del teatro e quella pronunciata in palcoscenico, tanto che gli autori devono inventare una propria lingua. Infatti, il palcoscenico italiano s?è privato altresì di un codice preciso di tradizioni che costituivano quasi i fondamenti organici per la stessa recitazione. Questi questioni permettono diverse riflessioni in torno alla lingua teatrale, sia nel caso della compagnia veneta che mette in scena i Consigli a un giovane scrittore di Danilo Ki?, sia la revisione, tra altre, del sincretico esperanto linguistico di Eugenio Barba. es
dc.source Puppa, Paolo. Bagatelle sul teatro tradotto. En: Zibaldone. Estudios italianos, 5 2 2017: 117-123 es
dc.title Bagatelle sul teatro tradotto es
dc.type info:eu-repo/semantics/article en
dc.type info:eu-repo/semantics/publishedVersion en
dc.subject.unesco UNESCO::CIENCIAS DE LAS ARTES Y LAS LETRAS es
dc.identifier.doi es

View       (268.9Kb)

This item appears in the following Collection(s)

Show simple item record

Search DSpace

Advanced Search

Browse

Statistics